Au Temps du Rêve

Au Temps du Rêve – Coscienza collettiva nell’arte Aborigena e Oceanica

L’arte come elemento fondamentale della cultura aborigena: figure stilizzate, silhouettes, raffigurazioni di natura, immagini geometriche che all’occhio occidentale appaiono astratte, ma che in effetti si avvalgono di un complesso simbolismo nel quale alle diverse forme geometriche o colori sono assegnati precisi significati, spesso di natura mitologica e rituale, spirituale e religiosa. Questa in estrema sintesi la proposta culturale della Fondazione Majid che nelle sue sale espositive di via Borgo 7 ad Ascona ha proposto dal 6 settembre al 31 ottobre 2019 un inedito quanto affascinante viaggio nell’espressione artistica del continente australe.

Questo il titolo dell’esposizione allestita da Didier Zanette, esperto d’arte oceanica e della Polinesia, che da oltre 25 anni percorre le terre dell’arcipelago australiano, dalla Nuova Caledonia alla Polinesia e alla Papuasia, documentando la cultura e l’arte delle popolazioni aborigene. Di origine francese, Zanette è autore di numerose pubblicazioni sul tema ed ha aperto una prima galleria d’arte aborigena a Nouméa, la maggiore città francofona dell’Oceania, poi a Nizza, Parigi e Metz e recentemente anche a Lugano. L’obiettivo del gallerista e collezionista francese è quello di far conoscere l’arte degli aborigeni, sia quella antica e tradizionale antecedente alla colonizzazione europea, sia di artisti aborigeni contemporanei che si ispirano alla cultura tradizionale del loro popolo.